Azioni sul documento

Necessità di provvedimenti in ambito di clima ed energia sostenibile

Il segretario generale dell'ONU chiede ai paesi membri dell'Unione Europea di raggiungere al più presto un accordo

Il 22 ottobre scorso, il segretario generale dell'ONU Ban Ki-moon, ha raccomandato agli stati membri dell'Unione Europea di concludere un accordo sull'energia ed il clima prima del mese di dicembre, così come era stato previsto. Tale accordo, costituirebbe un messaggio forte che l'UE invierebbe al resto del mondo. Secondo il segretario generale dell'ONU infatti “La crisi finanziaria attuale non è una giustificazione per ritardare l'azione da adottare contro il cambiamento climatico, ma piuttosto un'opportunità di occuparsi allo stesso tempo delle crisi finanziarie e climatiche"; benché comprenda le difficoltà del momento, è tuttavia convinto che, nell'interesse dell' UE una politica girata verso il futuro porterebbe una crescita “propria„ che potrebbe generare milioni di nuove occupazioni durature.
L'accordo sul cambiamento climatico dovrà essere concluso a Copenaghen entro la fine del 2009, e dovrà prevedere nuove misure per limitare le emissioni di gas a effetto serra ed un trasferimento di tecnologie proprie per sostituire le disposizioni del protocollo di Kyoto.