Azioni sul documento

Nuovi partenariati attivati nell'ambito di Maison Parma

parmaalimenta e il Progetto Maison Parma si arricchiscono di importanti collaborazioni sul terrritorio di Parma

Alla base dei progetti dell'associazione parmaalimenta c'è la costituzione di reti di soggetti istituzionali, economici e tecnici, sia del territorio parmense che di quello burundese, in cui le parti si impegnano a cooperare con risorse umane, finanziarie e tecniche per il raggiungimento di obiettivi specifici. Solo una metodologia basata sulla partecipazione attiva dei soggetti coinvolti e sulla condivisone di capacità e competenze, infatti, può porre le basi per uno sviluppo reciproco dei territori coinvolti.
Nel mese di febbraio parmaalimenta ha allargato la propria rete di collaborazioni attivando due partenariati tecnici in funzione della fattibilità e dello sviluppo del progetto Maison Parma. Il primo partenariato è stato firmato con il Centro Universitario per la cooperazione internazionale (CUCI) e prevede la collaborazione dei due soggetti per l'identificazione, l'elaborazione e la realizzazione di ricerche, anche in forma di tesi di laurea, relative alle tematiche tecniche offerte dal progetto di cooperazione internazionale decentrata Maison Parma, mentre il secondo è stato firmato con l'Assessorato all'Agricoltura della Provincia di Parma, l'Azienda Sperimentale Stuard, il Consorzio Fitosanitario Provinciale e la Stazione Sperimentale per l'Industria delle Conserve Alimentari in Parma, per il sostegno allo sviluppo dell'agricoltura urbana e delle filiere agroalimentari, sempre nell'ambito del progetto Maison Parma, che prevede la costruzione di un centro di trasformazione agroalimentare in Burundi, a sostegno della sicurezza alimentare della popolazione.
Si tratta di collaborazioni che offriranno un prezioso apporto tecnico in ambito di ricerca e di agricoltura al progetto Maison Parma.