Actions sur le document

Rapporto mensile SAP/SSA sulla Sicurezza alimentare in Burundi

È stato pubblicato il bollettino di aprile sul sistema di allerta precoce e la sorveglianza della sicurezza alimentare in Burundi (SAP/SSA) predisposto dalla FAO

È stato pubblicato il bollettino di aprile sul sistema di allerta precoce e la sorveglianza della sicurezza alimentare in Burundi (SAP/SSA) predisposto dalla FAO. Questo è quanto emerge dal rapporto:
Sicurezza e movimenti della popolazione: nel quadro dei lavori effettuati il 22 aprile a Kigali dalla Commissione Tripartita, i Governi del Burundi, del Ruanda e l’UNHCR hanno notato la necessità di rendere più dinamico il processo di rimpatrio volontario dei rifugiati che vivono in Ruanda.
Situazione pluviometrica: la pioggia in aprile è stata sufficiente e in alcune zone addirittura eccessiva (es. Burbanza, Bujumbura e Bururi) dal momento che alcuni comuni sono stati colpiti da piogge torrenziali e inondazioni.
Situazione agricola: la regolarità delle piogge tra febbraio e aprile ha permesso un buono sviluppo della stagione B. A livello globale la stagione si preannuncia migliore rispetto a quella dello scorso anno, anche se gli eventi climatici hanno influito negativamente sulla stagione A. In particolare la coltura dei fagiolini, molto sensibili alle variazioni idriche, è stata la più colpita.
Disponibilità alimentare: il mese di aprile, caratterizzato da scarse riserve alimentari, è stato contraddistinto dalla disponibilità di tuberi e radici (soprattutto la manioca e la patata dolce), di banane e dalla raccolta precoce di fagiolini. Secondo i dati SAP/SSA una media del 66% degli adulti ha consumato almeno due pasti al giorno (contro il 69,5% del mese precedente). A differenza dei mesi precedenti, durante i quali la principale fonte di nutrimento veniva reperita attraverso la raccolta, da aprile è aumentato il ricorso ai mercati. Nelle zone in cui il deficit alimentare è particolarmente accentuato, le famiglie sono dovute ricorrere alla riduzione quantitativa e qualitativa delle razioni alimentari, al contributo di tutti i membri della famiglia nel lavoro (compresi bambini) e alla richiesta di prestiti.
Risposta alle urgenze: il Governo ha comunicato che nel 2009 saranno portate avanti diverse azioni. Infatti, con la finanziaria 2009 è stato corretto verso l’alto il budget riservato al Ministero dell’Agricoltura. Il Coordinamento delle Operazioni Agricole di Urgenza e Riabilitazione della FAO ha portato avanti diverse operazioni miranti ad una ripresa di lungo periodo delle attività agricole e para agricole. In aprile il PAM ha distribuito 3149 tonnellate di viveri e 252197 beneficiari.
Influenza A: la commissione del Ministero della Salute, incaricata di seguire gli sviluppi relativi alla pandemia dell’influenza A (H1N1) si è impegnata a fornire un controllo per quanto riguarda gli aeroporti, a predisporre dei centri sanitari in cui accogliere